Diversità culturali e formazione internazionale.
flags

Itim Italy

Il primo sito interamente dedicato a chi vuole lavorare con successo e accrescere la propria competitività sul mercato globale, scoprendo tutte le competenze necessarie per comprendere, gestire e collaborare con culture diverse dalla propria.

Cina: crescono le aziende italiane

In questi ultimi anni la Cina ha avuto una crescita esponenziale, che ha però rallentato in questi ultimi mesi. A vivere invece un periodo ancora fiorente sono le aziende italiane in Cina, che confermano segni positivi e si mostrano in piena salute e capaci di sfruttare tutte le opportunità di un mercato in crescita come quello cinese.

Conferme positive che rappresentano un segnale importante in questi momenti di crisi,  come riportato da vari players impegnati nello sviluppo di business in Cina:

“E’ un Paese che oggi rappresenta il 10% delle nostre vendite. Bisogna andare all’estero con cautela, in quanto a volte non si può prescindere dalle partnership. E’ il caso, appunto, della Cina, dove in tanti hanno perso soldi. (De Matteis di Kiton)

“La Cina, incluso Hong Kong, rappresenta per noi il 20% del fatturato e se si aggiunge il resto del Far East si arriva al 30%”.  Sono inoltre rimasto davvero molto sorpreso per la rapidità con la quale è stata ricettiva verso il made in Italy”. (Loro Piana)

“Per noi la Cina nei prossimi anni arriverà a rappresentare il 15-20% del fatturato. Abbiamo in programma di aprire a Pechino e Shanghai”. (Francesca Lusini di Peuterey Group)

“La strada retail è quella giusta per questo mercato. Al punto che stiamo organizzando una sfilata in Cina focalizzata al B2C” (Niccolò Ricci di Stefano Ricci)

Segnali positivi da approfondire, utili come spunto per avviare un processo di internazionalizzazione.

Tag:, ,

Inserito in Internazionalizzazione d'Impresa