Diversità culturali e formazione internazionale.
flags

Itim Italy

Il primo sito interamente dedicato a chi vuole lavorare con successo e accrescere la propria competitività sul mercato globale, scoprendo tutte le competenze necessarie per comprendere, gestire e collaborare con culture diverse dalla propria.

L’industria farmaceutica italiana cresce all’estero

Uno dei settori che maggiormente sta crescendo e riscuotendo successo all’estero è quello farmaceutico, dove sia aziende strutturate che giovani start-up italiane stanno accrescendo il proprio mercato fuori dall’Italia. Cerchiamo di capire i perché di questi risultati.

I numeri parlano di una crescita costante anche in un periodo di recessione come quello che stiamo vivendo, tanto che il made in Italy farmaceutico è ormai una realtà consolidata all’estero e che ha nei suoi punti di forza tra gli altri l’elevata specializzazione italiana e l’alta competizione con i colleghi stranieri che stimola a far meglio, oltre che al confronto.

Ma a cosa è dovuto un successo di questo tipo?

Sostanzialmente a tre fattori: innanzitutto dalla scelta delle grosse multinazionali farmaceutiche di investire e far crescere gli stabilimenti italiani, posizionandoli al centro della propria produzione, ma anche dalla forza di alcune aziende italiane di medie e piccole dimensioni che grazie alle loro capacità sono riuscite a crescere all’estero. In ultimo l’intelligenza delle aziende italiane a cavalcare l’onda relativa alla crescita delle esportazioni calcolando anche che oltre 70% della produzione complessiva negli ultimi anni si è diretta all’estero.

Tutto questo anche se il mercato attuale italiano non è di quello più appetibili, in quanto la spesa farmaceutica sul Pil è più bassa in Italia rispetto alla maggior parte degli altri paesi europei e che il portafoglio delle produzioni in Italia è sbilanciato sui segmenti a minore crescita.

 

Tag:,

Inserito in Internazionalizzazione d'Impresa, Primo piano