Diversità culturali e formazione internazionale.
flags

Itim Italy

Il primo sito interamente dedicato a chi vuole lavorare con successo e accrescere la propria competitività sul mercato globale, scoprendo tutte le competenze necessarie per comprendere, gestire e collaborare con culture diverse dalla propria.

Fare business negli USA: le differenze culturali da tenere in considerazione

Il mercato Statunitense è da sempre attento al Made In Italy e per alcuni settori è sicuramente una interessante possibilità di business. Le differenze culturali nella vita e soprattutto sul lavoro tra noi italiani e gli americani sono però molte e vanno analizzate con attenzione, in modo che la pianificazione e i riscontri reali sul mercato possono il più possibile coincidere.

Vi segnaliamo questo interessante post di Marketcool che riassume alcuni degli aspetti principali da tenere in considerazione, anticipandovene i principali:

– nel mercato statunitense il livello di concorrenza è decisamente forte e nella società è presente una rilevante componente di individualismo. Dai leader quindi ci si aspetta che sappiano prendere le decisioni in modo top-down;

– quello del trasferimento da una città all’altra o addirittura da uno stato all’altro non è un problema né per dipendenti né per manager americani. Solitamente la filosofia del “si può fare” è molto radicata e diffusa.

– i contratti di lavoro sono dettagliati solamente per Quadri e Dirigenti ed in molti stati sono presenti leggi che consentono di licenziare un dipendente anche con un breve preavviso, spesso minore di 15 giorni;

– sono presenti sovente norme relative alle pari opportunità ed al processo di assunzione per donne, l’età e le minoranze etniche;

Aspetti decisamente diversi se paragonati a quelli italiani, dove spesso i cambiamenti sono colti con scetticismo e messe in discussione, dove le radici locali limitano molto la mobilità ed il licenziare dipendenti è regolato da forti leggi e accordi sindacali in molti casi difficili e costosi e dove l’occupazione è vista come un diritto sociale e non un dovere verso il proprio datore di lavoro.

Le statistiche insegnano poi che la maggior parte dei fallimenti delle aziende italiane in terra statunitense è dovuta all’incapacità di adeguarsi alle condizioni del mercato.

E’ importante quindi analizzare con cura le differenze culturali per predisporre il lavoro nel modo corretto e vincente.

Tag:, , , ,

Inserito in Io lavoro nel mondo: diversità quotidiane, Primo piano