Diversità culturali e formazione internazionale.
flags

Itim Italy

Il primo sito interamente dedicato a chi vuole lavorare con successo e accrescere la propria competitività sul mercato globale, scoprendo tutte le competenze necessarie per comprendere, gestire e collaborare con culture diverse dalla propria.

L’arredamento artigianale italiano sbarca a New York

Un loft a Manhattan offrendo in cambio di arredamento su misura realizzato da alcuni dei più conosciuti marchi di design italiani come Berto, Milldue, Technogel, TM Italia, .exnovo e Ermes-Ponti. Questa l’idea che sta dietro a Design-Apart, nuovo progetto nato per produrre e distribuire l’arredamento artigianale italiano a livello internazionale in una nuova modalità.

L’idea di aprire uno showroom a Ney Work – e più precisamente a Manhattan – senza nessun esborso economico è sicuramente una di quelle idee coraggiose ed originali, tipica dell’essere italiano.

Il tutto è partito circa un anno fa, quando Design-Apart ha indetto un bando per cercare un loft per un anno offrendo in cambio alla pari con un arredamento su misura realizzato da grandi marche italiane che hanno fatto e stanno facendo grande il Made In Italy del settore.

L’iniziativa ha raccolto da subito un gran successo, ricevendo molte candidature dalle quali è uscita vincitrice quella di uno showroom di circa 250mq sulla 25esima strada vicino al Flatiron, dove Diego Paccagnella, designer ed ideatore di Design-Apart, si insiederà con la propria famiglia.

“Sarà una living showroom, dove i clienti possono fare esperienza a 360 gradi del modo di vivere italiano, cucinare qualcosa se vogliono, sedersi sul divano e fermarsi a chiacchierare per ore”. L’idea è quella di offrire arredamento – dalle cucine ai divani passando per le ceramiche – di aziende di design italiane che non solo lavorino “su misura”, ma che riescano a fornire prodotti personalizzati al massimo, anche pensati appositamente per un solo cliente. La novità è che “un marchio come exnovo, grazie alla stampa 3D, è in grado di darti una lampada che esiste in 2-3 pezzi al mondo a un prezzo simile a quello dei prodotti industrializzati, di aziende tipo Flos o Artemide”, ha spiegato Paccagnella. “Quanti prodotti si possono industrializziare in un anno? Tre, quattro. È questo il limite. Exnovo lavora anche con grandi aziende automobilistiche, come Ferrari e Maserati. La Ferrari il venerdì manda loro i disegni per fare 10 tipi di alettoni diversi e provare quale funziona meglio, e la cosa straordinaria è che la consegna dei prototipi avviene in tre giorni al massimo”.

Sicuramente un nuovo modo per dare visibilità all’eccellenza italiana, replicabile probabilmente anche su altri settori.

Tag:, , ,

Inserito in Internazionalizzazione d'Impresa, Primo piano