Diversità culturali e formazione internazionale.
flags

Itim Italy

Il primo sito interamente dedicato a chi vuole lavorare con successo e accrescere la propria competitività sul mercato globale, scoprendo tutte le competenze necessarie per comprendere, gestire e collaborare con culture diverse dalla propria.

Il Made In Italy corre all’estero

Il Made In Italy viaggia a gonfie vele all’estero. E’ questo quanto dichiarato da Marco Fortis, Vicepresidente della  Fondazione Edison analizzando i dati arrivati dall’Osservatorio Gea-Fondazione Edison, che proiettano l’Italia tra i primi cinque paesi manifatturieri del G20 in fatto di export.

Una “fotografia” che appare sicuramente in contrasto rispetto a quanto si possa vedere internamente, dove l’economia risulta ancora debole e non riesce e risollevarsi dalla stretta  della crisi economica che ha colpito l’intera Europa.

Ed invece, fuori dai confini nazionali, l’Italia riesce a dare il meglio di sè, riuscendo addirittura a competere con la Germania in mercati emergenti come Turchia, Russia, Emirati Arabi e Cina

“L’Italia è uno dei 5 paesi manifatturieri del G20 ad avere un surplus nella bilancia commerciale con l’estero – dichiara Marco Fortis – che l’anno scorso ha toccato un record di 115 mld di dollari. Nei 37 principali mercati emergenti per l’Italia noi esportiamo 100 mld di euro, cresciuti di 20 mld solo negli ultimi 5 anni.Nei Paesi extra Ue l’anno scorso abbiamo avuto un surplus manifatturiero di 63 miliardi di dollari, due terzi dei quali generati dalla meccanica e dai mezzi di trasporto”.

Sicuramente uno dei punti dal quale ripartire per ricominciare a crescere.

Tag:, , , ,

Inserito in Internazionalizzazione d'Impresa, Primo piano